Il futuro della id Software al WWDC2007: Tech 5

Tech 5 è il nome del nuovo motore grafico 3D della id Software. Dopo il successo di DooM 3 la casa texana si è accorta che il gioco andava bene, ma il motore grafico non poteva essere riutilizzato facilmente da terze parti, per via della scarsa modularità delle texture.

John Carmack, fondatore della id SoftwareIl motore di DooM 3 infatti basava tutto il suo fascino sui giochi di luci ed ombre offerte dalla straordinaria tecnologia UltraShadow. In sostanza il motore di DooM 3 non utilizzava più le classiche tecniche di light mapping, ma si occupava di ricalcolare in tempo reale le fonti di illuminazione. Questo rendeva il gioco molto reale, ma lo confinava in “spazi ristretti”, come ben si evinceva dalle ambientazioni anguste del gioco.

Tech 5 vuole fare un passo avanti sul fronte texture e ambienti, utilizzando una tecnologia mutuata dal MegaTexture (che verrà impiegata in Enemy Territory: Quake Wars), invenzione della stessa id Software. La texture, che può raggiungere dimensioni di 20GB, costituisce il suolo della mappa, e su di essa possono essere modellati dettagli come montagne, avvallamenti, canyon attraverso sistemi come normal mapping e hardware displacement mapping. Su questa base infine vengono applicati edifici e altre strutture.

Steve Jobs, fondatore della AppleJohn Carmack ha presentato il frutto del lavoro dell’azienda al Worldwide Developers Conference 2007 di Apple, dove lo stesso Steve Jobs ha presenziato all’inaugurazione. La scelta del WWDC fa pensare che il mondo Mac, da sempre scarsamente equipaggiato di prodotti videoludici, stia cercando di mostrare le proprie doti. Il passaggio alla tecnologia Intel dei nuovi Mac forse è la risposta giusta. D’altronde la collaborazione di id Software con Apple non finisce qui, poichè all’E3 Media & Business Summit la casa ha annunciato un titolo in esclusiva per una piattaforma Mac: Rage, di cui vedete un video.

Tech 5 è pensata per PC, PlayStation 3, Xbox 360 e Mac, ma a detta di John Carmack i primi giochi vedranno la luce non prima di 2-3 anni, poichè si tratta di una tecnologia next-next gen.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: