Xenofobia e giornalismo impazzito

Cosa accadrebbe se un rumeno investisse un mamma con 2 figli, riducendola in fin di vita? Tutti a correre con le fiaccole in mano. E se accadesse il contrario?

E’ accaduto e i giornali hanno fatto scena muta. Per fortuna esiste ancora una internet libera da vincoli di censura che ne parla.

Ormai solo la rete di blogger sparsi per il mondo da la possibilità di reperire una informazione reale ed attendibile. Come il blog di Gennaro Carotenuto. Leggetevi questo importante post su una storia vera prima di continuare.

Molti saccenti giornalisti girano per le TV condannano internet, con il benestare ed il volere dei governi, aprendo una vera e propria caccia alle streghe. E allora vogliono oscurare parole chiave come bomba, mina ecc.. (ricalcando il modello cinese, che però limita la ricerca di parole come democrazia, libertà…). Oppure inserire una specie di albo dei blogger – con tanto di bollo e iscrizione! Solo perché non sanno come combattere il fenomeno di istruzione che sta nascendo spontaneamente, ma ancora troppo limitatamente, in tutto il modo mondo e per merito della rete.

Se fossi realmente credente mi verrebbe fuori un “Mio Dio! Dove siamo arrivati!?”, ma si sa che in questo c’entra molto anche la Chiesa, che con la sua continua ostruzione alle libertà individuali (ricerche sulle staminali, aborto, divorzio) tenta in ogni modo di riportarci al Medioevo, di tenerci la testa sotto l’acqua, perché solo così potrà prendere nuovi proseliti.

Complici e soprattutto colpevoli: i giornalisti.

Annunci

11 Risposte

  1. Bravo, hai fatto bene a segnalare questa cosa. Ottimo lavoro!

  2. Grazie, è un po’ che non scrivevo qualcosa di serio :p

    Vorrei anche aggiungere un ulteriore pensiero. Rimango dell’idea – seppur banale – che l’intolleranza va rivolta al crimine e non al criminale.

    Gli extracomunitari solo sono la fascia più debole da colpire, quella che non ha voce. Il problema invece risiede unicamente nel sistema di integrazione e di immigrazione.

    Una persona cattiva è cattiva in italiano, francese, rumeno e bulgaro.

  3. E’ che hanno esaurito il plafond per le questioni di immigrati. Ora sono tutti presi da torbidi omicidi a sfondo sessuale, festini con giovani drogati, menages a trois finiti male, comandanti dei vigili in divieto di sosta e presunti padri omicidi.
    Il trend di questi giorni è questo: di sicurezza e/o di immigrati è meglio non parlare, si era alzata troppa polvere nelle scorse settimane.
    L’informazione va dove conviene, questo si sa.
    E’ vero, per ora Internet sembra immune, ma occhio agli strumenti di aggregazione: già Google è in grado di “fare politica”, io non mi sentirei troppo tranquillo.

  4. Il vero problema è che questo tipo di notizia avrebbe attenuato i toni. Ora cosa è rimasto? Che gli immigrati ci sono e si aspetta il prossimo evento catastrofico.

    Ma potrebbe essere troppo tardi

  5. sono avvelenato quanto te caro superbisco…

    un saluto e grazie per l’ottima segnalazione

    s

    http://milanoromatrani.wordpress.com

  6. Ieri sera invece è stata diffusa su canale5 la notizia della rom che avendo perso la figlia ne donava gli organi. Purtroppo poi per altre questioni l’espianto non si è potuto fare.

    Laura

  7. Una cosa che poche persone notano o sanno è che in Italia le fonti di informazioni segnalano la cittadinanza nei fatti di cronaca specie i telegiornali.

    In Giappone la televisione commetterebbe un errore di pessimo gusto nel segnalare il paese preciso, indica al massimo con “straniero”.
    In inghilterra alla BBC indicare la nazionalita/passaporto farebbe indignare la popolazione inquanto non solo viola
    la sensibilità di tale comunità ma è inoltre un forte stimolo xenofobo, la redazione potrebbe anche essere inquisita.

    Questo è un paese curioso se qualcuno va a 200 sull’autostrada ..non lo si punisce ma si discute di cambiare i cartelli o i limiti, se ci sono bulli a scuola la scuola va chiusa,
    e se ci sono immigrati che delinquono??

  8. Ottimo spunto di riflessione il tuo Gianluca (o Kanako?). L’Italia è un paese di notizie usa e getta. Ne parli 3 giorni e poi cambia canale.

    Colpa dei ritmi frenetici? Strategie per farti dire “ma sticazzi facessero come gli pare” ? Qualunquismo dei poveri? Non so. non riesco a dare una risposta a tutto questo.

    Io cerco di dare il mio contributo quotidiano, ma non mi sento un “buonista”, anzi. Un possibile, quanto inutile, “slogan” potrebbe essere “Possibilità per tutti, ma tolleranza per nessuno” (inteso come gesto scorretto).

  9. […] Recenti superbisco su Xenofobia e giornalismo impazz…superbisco su Jeff Dunham – Achmed the Dead …Gianluca Kanako… su Xenofobia e giornalismo […]

  10. A dicembre, a Bergamo è successo un fatto drammatico che vede come protagonisti una nonna rumena con il nipotino di tre mesi ed un giovane italiano di 27 anni. La nonna ed il nipotino stavano attraversando la strada sulle strisce pedonali, alcune macchine erano ferme per dare loro la precedenza ma il nostro giovane italiano a tutta marcia li ha investiti togliendo loro la vita.
    Avete saputo qualcosa dai telegiornali? Soltanto il giornale L’Eco di Bergamo e qualche notiziario online hanno fatto notizia. Gli atri zitti…zitti!
    Se fosse successo che le parti avessero avuto le nazionalità all’inverso, apriti cielo! Il Governo si sarebbe riunito di urgenza… i Tg sarebbero aperti in “Edizione straordinaria”… le trasmissioni televisive di un certo peso come : “Porta a Porta” , “Matrix”, “L’Infedele” ecc… avrebbero raggiunto il record degli ascolti.
    Sono rammaricata per tutto quello che succede oggi nel paese che mi ha adottata. Fino ad oggi ero orgogliosissima di essere cittadina rumena, italiana ed europea. Spero di poterlo fare ancora e spero che prima o poi i dirigenti di questo paese capiscano che non si può mettere un etichetta ad un popolo intero per colpa delle singole persone.
    Bisogna condannare il crimine, il criminale ma non la sua nazionalità.

  11. trasmissioni di un certo peso l’avrei messo tra virgolette (ad indicare l’ironia… perché c’era ironia, spero…)

    Sono perfettamente d’accordo ed in linea con il 100% di quello che hai scritto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: