Parkinson, staminali e libertà di ricerca

Ricarca di laboratorioE’ di oggi l’articolo di Repubblica che riporta l’ultimo traguardo della scienza medica per combattere il morbo di Parkinson. Ancora non ci sono possibilità concrete sull’uomo, poiché non è possibile ottenere ad oggi staminali embrionali umane con il metodo del trasferimento nucleare, però la strada è buona.

Leggo da New York “Dai topi una speranza per contrastare il morbo di Parkinson. Nonostante il veto della Chiesa cattolica.”

Già perché – nonostante non faccia politica – lo Stato del Vaticano ostacola spesso il progredire della ricerca e mina il libero arbitrio dell’uomo. Ricordo, oltre all’attuale e strumentalizzata legge 40 sull’aborto, il referendum sull’uso di cellule embrionali per la ricerca in Italia. Un referendum truccato, assolutamente da ripetere con regole più idonee.

Quand’è che la Chiesa accetterà il progresso? Da Galileo ad oggi sembra cambiato ben poco nelle strategie del Vaticano. Solo quando ormai il processo di evoluzione è inevitabile e/o compiuto che la Chiesa si ricorda di accettarlo.

L’articolo si conclude con una nota, a mio avviso interessante. “La Chiesa cattolica continua ad opporsi alla clonazione per motivi terapeutici e alla conservazione e all’uso delle cellule staminali per motivi scientifici. Le polemiche raggiunsero il culmine quando Dolly nacque in laboratorio. Di recente è stata trovata una strada alternativa a quella degli embrioni: creare cellule staminali embrionali riprogrammando, cioè facendo tornare bambine, normalissime cellule adulte. Lo stesso papà di Dolly, Ian Wilmut, si è dichiarato a favore di quest’altra tecnica ‘etica’ per creare staminali embrionali.”

Mentre la scienza accetta le ipocrisie classiste e conservatrici della religione e cerca addirittura di trovare una soluzione quanto più etica possibile per il bene comune, altre entità pseudopolitiche (non solo la chiesa cattolica) non accettano alcun tipo di cambiamento e di compromesso, anzi, forse vogliono farci tornare indietro di qualche decennio.

La stupidità deriva dall’avere una risposta per ogni cosa. La saggezza deriva dall’avere una domanda per ogni cosa.
Milan Kundera

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: