Ballottaggio, la svolta?

E’ giunto infine il giorno del ballottaggio di Roma.

Niente grandi numeri per Rutelli il 13/14 aprile (come due anni fa con il “plebiscito” di Veltroni) e nessuna certezza (per una volta) sui risultati di questa tornata amministrativa.

Come ho già detto in altra occasione e come ripreso da altri amici blogger sono fortemente in dubbio sul votare o meno per queste amministrative. Sono assolutamente convinto sul non votare per Rutelli, ma molto meno sul votare per Alemanno.

Nei giorni passati avevo sperato in una bella giornata di sole e nella mia ragazza che mi chiedeva disperatamente di andare al mare, per esimermi da questo infausto compito. E così è stato, o quasi.

Sono stato a pranzo dalla mia ragazza, ho portato il mio cane a Villa Pamphili dove ho passeggiato tranquillamente con amici. La sera mi sono visto con un amico e abbiamo guardato V per vendetta, comodamente sul divano.

Non ho votato e non me ne pento affatto.

Ho riflettuto molto invece sul dopo e mi sono dato un comandamento. Non avrà importanza per me il colore del vincitore. Con questo blog cercherò di portare avanti dei suggerimenti e muovere delle critiche, ove necessario. Poiché reputo l’ostruzionismo sconsiderato (il non fare) un male ben peggiore del fare sbagliato, un arma a doppio taglio che la sinistra conosce ora molto bene.

In ogni caso, e qui torno al titolo del post, ci sarà una svolta.

Se vince Alemanno sarà una svolta, diciamolo pure, epocale, cui neanche i PDLini credono veramente, sentendosi da sempre opposizione. Da vincitori si sentiranno equiparati alla Milano di destra?

La sinistra e Rutelli invece penso abbiano ben capito che Roma è scontenta del loro operato di facciata, che non porta risultati tangibili e che ha creato disservizi innanzitutto. E questo aprire gli occhi, per romani e rutelliani, probabilmente è una svolta.

Annunci

7 Risposte

  1. V per Vendetta è stata una scelta casuale? 🙂

  2. eheheh.. la scelta assolutamente casuale è stata fatta dal mio amico. Casuale quanto ben azzeccata.

  3. No, non penso ci sarà alcuna svolta rivoluzionaria a prescindere da chi verrà eletto: secondo me si sceglie tra cambiamento (che non significa necessariamente miglioramento, ma neanche è da escludere) e continuare sul cammino intrapreso, da buoni democristiani timorosi di smuovere lo status-quo (benedetti da Bagnasco e Toti).

    Ti segnalo questo video con annessa spiegazione a lato:

    che illumina su quanto poco conti la democrazia in questo Paese e soprattutto in questa città.

  4. ahahah “democristiani timorosi” è fantastica e, purtroppo, tremendamente vera. ma perché hai romani sembra tutto scivolare addosso?

  5. sarà per colpa della vasellina

  6. Ho visto il filmato e aggiungo che le molte perplessità sul nuovo piano regolatore sfoceranno in denunce e nefandezze di ogni tipo, da qui a chissà quanti anni.
    Troppi per una città dalla memoria storica di un uccellino.

  7. […] Non avrei votato per Rutelli, né tanto meno (di principio) per Alemanno ed infatti non ci sono proprio andato. […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: