Prove di dittatura

Da ecoblog apprendo i dettagli dell’assurda prova di governo che Berlusconi e i suoi hanno deciso di mettere in atto riguardo di una estensione alla legge sul segreto di Stato, che riguarderà inceneritori, centrali nucleari, discariche e tutto ciò che c’è di più utile oggi giorno.

Gli impianti per l’energia saranno coperti dal segreto di Stato titola il blog. Riporto di seguito un estratto dell’articolo:

[…]Ciò vuol dire che rientrano nel segreto di Stato tutte le centrali e dunque anche le nucleari, rigassificatori, termovalorizzatori, inceneritori, ecc. In pratica, ogni forma di controllo “civile” è estromessa dai siti in questione e dunque saranno blindatissimi per legge dello Stato. Il che impedirà tutte le forme di controllo o di divulgazione delle notizie e dei dati che saranno così riservati ai pochi addetti ai lavori e ai servizi segreti. Infatti, neanche ad ASL e a Vigili del fuoco sarà concesso per alcun motivo di entrare in contatto con questi impianti che saranno gestiti direttamente dallo Stato attraverso agenzie e funzionari preposti.[…]

Ciò non bastasse “Non saranno accettate azioni di minoranze organizzate” e sarà anche applicata la possibilità di arresto fino a 3 anni per chi ostacola la costruzione di nuove discariche, annunciando il pugno di ferro per “coloro che aizzano le folle”.

Guardatevi il video Vietato Respirare girato da Piero Ricca e i suoi. Mi ha colpito molto il racconto, verso la fine del filmato, dei due bambini, innocenti ereditieri di questo bel mondo.

Annunci

3 Risposte

  1. Il discorso è poco politico ma puramente pratico.

    Siamo l’unico paese al mondo che è riuscito a presidiare una discarica (chiusa dalla magistratura per inquinamento ambientale) con i militari rendendola zona militare.

    Peccato che la corte di giustizia europea se ne è accorta…molti ma molti italiani ancora no!!!

    no comment

  2. Mio caro, mi risulta che il decreto sul segreto di stato di cui parli porti la firma di Prodi Romano, statista, ex presidente del consiglio.

  3. Grazie per avermelo fatto notare. Correggo il post e spero possiate scusarmi per la svista.

    Il mio post voleva portare in primo piano la preoccupazione per queste leggi, create per offuscare l’accesso del pubblico all’informazione, in questo caso ambientale come sottolinea Guidoni nel suo intervento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: