Manifestazione Piazza Navona e stampa inutile

Manifestazione Piazza Navona

Manifestazione Piazza Navona

Riguardo la manifestazione organizzata da Antonio Di Pietro ieri a Piazza Navona, non trovo opinione migliore di quella di aghost.

Rassegna Stampa

Come al solito quando si parla di Grillo o Di Pietro si fanno sempre notare le piccolezze. Il “come” ma non il “cosa”, gli insulti ma non i motivi dell’organizzazione di una manifestazione di 15mila persone.

Annunci

3 Risposte

  1. Il numero di persone dichiarate è molto superiore a 15.000. Secondo le riprese video e gli organizzatori erano quasi 100.000. Già il fatto che questo dato sia “falsato” deve far riflettere. Io ero a Torino il 25 Aprile al V-Day di Beppe Grillo. la piazza era strapiena. poteva contenere massimo 120.000 persone e la gente si accodava anche sotto i portici. Ho le foto che testimoniano.

    Mi spieghi che tipo di informazioni pretendiamo di avere dai giornali se MENTONO perfino sulle persone? Forse in giornata, forse entro fine settimana, inizieranno a girare le foto dei manifestanti. Diamoci un’occhiata e valutiamo chi racconta balle, i manifestanti o i giornalisti servi pagati dallo Stato (quindi dall’esecutivo in parlamento)?

  2. Non so, Bisco.
    Perdonami l’esser dubbioso ma non so.
    Che la stampa sia schierata o controllata è evidente, ma ho la sensazione che controllo e schieramento non siano dalla parte che dite voi qui.
    Abbiamo un’opposizione che non solo non fa opposizione, ma che alla fine soffoca anche chi (pur se con metodi discutibili e alla fine puerili) tenta di farla. Basta vedere il buon Veltroni, come ha reagito alla manifestazione. Mica ha capito, ha solo tirato le orecchie a Di Pietro.
    Di Pietro che peraltro farebbe un gran favore a se stesso e al mondo se si trovasse un bel residence ai caraibi e ci si trasferisse armi e bagagli insieme a Beppe Grillo così lui smette di fare il giudice anche non essendolo e Grillo la pianta di mandarci a fanculo ad ogni piè sospinto.
    Ma questa è altra storia, e non voglio tediarvi.

    Aggiungo solo che, sic stantibus rebus, la vedo male… ma male male. Se invece di fare il loro lavoro i politici si mettono a imitare i comici non ci sono grandi prospettive.

  3. A mio avviso le frasi piu’ irrispettose dette in Italia negli ultimi mesi sono quelle pronunciate da Mara Carfagna.
    L’attuale Ministro delle Pari Opportunita’ il 15 febbraio 2007 al seminario Donna, vita e famiglia, da lei stessa organizzato (dunque immagino che le idee fossero frutto di riflessioni, che le parole fossero state preparate, seppur minimamente, e che non si sia trattato di un momentaneo attimo di stanchezza che ha limitato l’afflusso di sangue al cervello), e’ riuscita ad esternare frasi del tipo che «non c’è nessuna ragione per la quale lo Stato debba riconoscere le coppie omosessuali, visto che costituzionalmente sono sterili» e che «per volersi bene il requisito fondamentale è poter procreare» ». Ora, io non ho nessun pregiudizio contro la Carfagna, mi sta anche simpatica e mi fa pure un po’ pena, catapultata cosi’, da un giorno all’altro e senza nessuna esperienza, in un mestiere cosi’ difficile e di responsabilita’ come quello di Ministro della Repubblica Italiana.
    Non so se abbia leccato il pene di Berlusconi, e nemmeno mi interessa piu’ di tanto.
    Tra l’altro Carfagna non dovrebbe nemmeno essere completamente cretina, in quanto laureata in Giurisprudenza (con una votazione di 110/110 con lode) con una tesi in Diritto dell’informazione e sistema radiotelevisivo. (Forse era meglio farla sottosegretario allo Sviluppo Economico con delega alle Comunicazioni).
    Ma allora, come si fa a dire che per volersi bene il requisito e’ poter procreare???
    Che forse non si vogliono bene madre e figlio?
    Devono per forza essere incestuosi per amarsi?
    Oppure nel caso io fossi sterile, incapace di procreare, non potrei voler bene a una donna?
    Non potrei sposarmi?
    Non potrei formare una famiglia??
    E che dire delle coppie che volessero adottare un bambino, invece che crearlo dal loro sperma e ovulo?
    Anche la ministra Carfagna e’ figlia della cultura italiota, fomentata dalla falsa tolleranza vaticana, irrispettosa delle differenze, incapace di concedere diritti a chi si bolla come altro, diverso

    http://ale1980italy.wordpress.com/2008/06/11/non-sono-razzista-ma-odio-nomadi-rumeni-extracomunitari-e-rom-e-anche-i-froci-non-mi-stanno-tanto-simpatici/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: