Signor giudice, m’hanno chiesto i sòrdi

alias: YouBid vuole querelarmi per diffamazione.

YouBid, noto sito di aste al ribasso, in una email strettamente confidenziale, ha chiesto di rimuovere il loro marchio registrato da questo articolo: Youbid, Bidplaza, Asteclick e altri nomi per una truffa?

Mi hanno quindi invitato a rimuovere ogni indicazione del marchio [omissis] per danni di immagine e diffamazione, poiché secondo loro, l’illegalità dell’articolo è data dal titolo in relazione alla ricerca della keyword “youbid” sui motori di ricerca, in particolare di Google.it

Di fatto viene mostrato il seguente risultato: “Youbid, Bidplaza, Asteclick e tanti altri nomi per una truffa … ” (occhio ai tre puntini). Non mostrando il punto interrogativo finale, la frase risulta essere una affermazione. Mi hanno chiesto quindi “la rimozione immediata del marchio registrato dal titolo dell’articolo o la modifica sostanziale dello stesso”.

Continua a leggere

Annunci

YouBid, BidPlaza, AsteClick. Le aste al ribasso sono vere?

Volendo trovare un servizio alternativo ad eBay, mi sono imbattuto in una serie di siti di aste al ribasso sponsorizzati tra gli ads di google. Sono tutti diversi ma tutti simili nella forma e nel contenuto.

Più cercavo e più scoprivo. Più scoprivo e più capivo che c’era qualcosa di strano.

Nota: su richiesta di YouBid sono stato costretto a modificare il titolo e il contenuto dell’articolo.

http://www.astapazza.com/

http://www.bidpremium.it/

http://www.youbid.it/

http://www.asteclick.it/

http://www.bidplaza.it/

http://www.bidlife.it/

La cosa che salta subito all’occhio è che sono tanti, troppi. Perché esiste UN solo sito di aste tipo eBay e una miriade di siti di aste al ribasso?

Per capire meglio cosa intendo basta fare qualche ricerca mirata su ciao.it, ma anche su google.

Nella blogosfera però ho trovato un ottimo articolo di revhack, che ha poi aperto un blog sull’argomento leastealribasso.wordpress.com, dove sono riuscito a capire che non è proprio una truffa e che a tutti gli effetti si tratta nè più nè meno di videopoker o del gioco del lotto.

Cosa si vince:

I “premi” variano da sito a sito. In molti puoi trovare premi come ad esempio Notebook, palmari, lettori Mp3, TV in altri puoi trovare vacanze, automobili e addirittura case!

Truffa o no?

Ed a questo punto starai pensando “Non ci credo che con € 0,02 posso vincere prodotti da anche più di 1000 €, ma cosa ci guadagnano loro? Sicuramente è una truffa!”.

Beh è normale.. molti hanno fatto lo stesso tuo ragionamento (anche io all’inizio!), ma il guadagno per il sito c’è e ora te lo spiego.
Solitamente il prezzo per fare un’offerta si aggira sui 1,50€ – 2,00€ (a seconda del sito)
Metti caso che ad un’asta di un Notebook da 1200 € partecipino 300 persone e che ognuna di queste faccia più o meno 10 offerte. Facendo una semplice calcolo 300×10 = 3000€ si può vedere benissimo che il sito ci guadagna più del doppio!! Naturalmente questo è un esempio minimo perché ci sono molti più utenti, che puntano anche molto di più!

Update: 18/11/2013

poche parole per comunicarvi che i siti di aste a ribasso sono stati chiusi (casualmente) per frode: http://www.sostariffe.it/news/2010/03/26/youbid-aste-a-ribasso-siti-chiusi-per-frode/ Che debba ripristinare il vecchio nome?

123